COVID19
RIDEREMO ancora in una domenica di sole

COVID 19: REINVENTIAMOCI,
14 marzo; da questa data la mia mente si è lucidata per scrivere pensieri e da qui ho iniziato a scrivere.
Mi ero detta che non avrei parlato nel mio blog e nei social del COVID19 perché il mio obbiettivo è quello di “distrarre” i miei lettori dai problemi attuali, ma non ci sono riuscita.
Non sono qui ad affrontare il tema CORONA VIRUS dal punto di vista scientifico e sanitario in quanto non ne ho le competenze; ci sono già troppi medici e scienziati in rete; preferisco affrontare l’argomento dal mio punto di vista in un contesto psicologico.


CORONA VIRUS ci ha cambiato la vita, che sia per un mese o per chissà quanto tempo ma questo è successo; è entrato nelle nostra vite cosi velocemente da non renderci conto di cosa stiamo vivendo o meglio non vivendo.
COVID19 è un problema, ormai, riguardante tutto il mondo; è una pandemia globale che ha modificato in modo tempestoso, il nostro modo di vivere.

Ammetto che inizialmente sottovalutavo abbastanza il problema forse perché non volevo credere a tutto questo; mi ostinavo a pensare che sarebbe stato impossibile ed invece siamo qui a parlarne ed a vivere tutto questo in prima persona, forse senza nemmeno rendercene conto.

REALIZZARE CHE IL TEMPO SI FERMA


Ho realizzato, poi, che dovevo stare ferma e per una persona iperattiva, come me, (chi mi conosce lo sa), è praticamente impossibile ma col passare del tempo mi sono rassegnata e sono fiera di me perché, stare a casa non è un problema; nulla toglie che io sia ferma anzi tutt’altro (rendiamoci conto di quante cose possiamo fare ogni giorno anche a casa!) ma pensavo fosse un incubo ed invece si è tutto trasformato in una felice abitudine per stare a stretto contatto con i miei pensieri.
Fermarsi a pensare inizialmente fa paura ma quando si compie quel salto nel vuoto, poi, è bellissimo.

COVID19 ED ESSERE LAVORATORI AUTONOMI

Sono una libera professionista senza nessuna possibilità di lavorare in smart working e con un attività che andava (ora devo dire andava) molto bene ed ora si è trovata con il proprio lavoro “congelato” e rimandato a data da destinarsi; la mia agenda era piena.
Inutile negarlo che sto sperando negli aiuti sociali che teoricamente (ribadisco “teoricamente”) sono previsti.
Il mio lavoro è tutto; è ciò che mi da la linfa ogni giorno perché io AMO lavorare in autonomia e nonostante questo sia il periodo peggiore, ho deciso di continuare a farlo perché da sola ho iniziato e da sola mi riprendo tutto, non appena questo periodo giungerà a termine perché DEVE finire; finiscono le cose belle ma anche quelle brutte.

QUANDO DECIDI DI NON ABBATTERTI

Ho deciso di REINVENTARMI e di lavorare ogni giorno per il mio lavoro e per i miei progetti perché sono tanti e loro non si possono fermare.
Passo le mie giornate a seguire corsi, a studiare, ad inviare nuove proposte di collaborazione, a migliore il mio CV ed a curare i miei Social perché, come sapete, sono una mia passione che vorrei diventassero parte della mia attività lavorativa.

Se siete in cerca d’idee circa cosa fare a casa, dato occhiata qui nel post fissato in alto.

Io credo che il mondo si sia ribellato per come l’abbiamo trattato, senza cura ed amore ed ora per riaverlo dobbiamo fare tanti sacrifici perché vuole farci comprendere che nulla avviene senza rinunce ed ora stiamo vivendo la più grande rinuncia.
Sono convinta che tutto questo ci renderà più forti, diversi e migliori.
COVID19 ci farà riflettere alle occasioni mancate, ai litigi inutili, ai momenti di gioia sprecati per il nulla, al coraggio mancato, ai dialoghi mai avvenuti e potrei continuare a lungo.
Avremo tutti più voglia di essere veri, autentici e forse capiremo veramente che la VITA è UNA SOLA, non perché non ne eravamo informati ma finché non vivi determinate situazioni, non ne prendi atto.

NON SMETTERE DI ESSERE OTTIMISTI anche ai tempi di COVID19

Nonostante tutto, io non riesco ad essere negativa; io ogni giorno ho ancora voglia di pianificare la mia vita oltre questo brutto momento.
Presto ritroveremo gli affetti e ricominceremo a fare la cosa più bella del mondo (almeno per me): VIAGGIARE.
Mi manca IL MONDO!!

TUTTO DEVE ANDARE BENE!!

Anche IMURR sono positivi e si REINVENTANO; avete letto la loro intervista nel precedente articolo?!

Facebook Comments