Torino, Dicembre 2019

“Senza l’Italia, Torino sarebbe più o meno la stessa cosa. Ma senza Torino, l’Italia sarebbe molto diversa”. Umberto Eco

L’ultimo articolo del 2019 è dedicato a Torino, in tutto il suo splendore e, come ben sapete, la mia attenzione durante i miei viaggi è rivolta in particolare a tutto ciò che è BELLO; che fa bene agli occhi, dicesi Instagrammabile.

TORINO: luogo per luogo

Torino
Il parco del Valentino
Il borgo medioevale

PARCO DEL VALENTINO ED IL BORGO MEDIOVALE si trovano lungo le rive del Po.
Il parco si distingue per godere di un grande patrimonio naturalistico con un flora diversificata e non mancano le numerose specie di uccelli; è il polmone verde di Torino.
I colori sono belli in ogni stagione e le foto, quindi, non possono mancare.
IL PARCO DEL VALENTINO si distingue, inoltre, per il BORGO MEDIOEVALE; un piccolo gioiello molto rappresentativo.
Ci siamo recati al parco in auto ed i parcheggi sono a pagamento (1,50 euro all’ora).

Torino
La Mole Antonelliana

MOLE ANTONELLIANA è uno dei simboli di TORINO; perciò è d’obbligo la foto nella sua altezza.
Semplicemente stupenda e mastodontica.

Sweet Lab

SWEET LAB in via Principe Amedeo n. 39, è la caffetteria più dolce della città; l’arredamento è fiabesco con tanti cuori, decorazioni e tanti colori pastello.
Da SWEET LAB è tutto Instagrammabile, perfino un cappuccio al latte di riso e caffè con panna.
I posti a sedere non sono molti proprio perché il clima è molto intimo, infatti vi consiglio di affrettarvi in quanto è una tappa obbligatoria.

Le colonne Minimal

I PORTICI MINIMAL l’architettura torinese è molto allineata e perfetta; sembra che tutto sia al suo posto ed inoltre amo i colori neutri e quindi non potevo non amare i numerosi portici ma sopratutto le varie colonne dai toni panna/beige.

Le bancarelle dei libri vintage

LE BANCARELLE PIENE DI LIBRI vintage, perché non fotografarli?
Per un feed in perfetto stile.

Le panchine verdi pastello

I GIARDINI DI PALAZZO REALE a dire poco stupendi; ho apprezzato ogni dettaglio a partire dalle sedie verdi pastello sparse per il parco.

Torino
La galleria Subalpina

GALLERIA SUBALPINA è uno dei simboli più caratteristici di TORINO risalenti al periodo più importante per la manodopera italiana.
L’atmosfera è lussuosa e d’altri tempi grazie alla forte influenza estetica del Rinascimento e Barocco; riprende lo stile dei passages di Parigi.
Infatti questo è lo stile che amo, l’estetismo allo stato puro.

Torino
La basilica di Superga
Torino

BASILICA DI SUPERGA si trova nei colli sopra la città e la vista è meraviglia; fortunatamente l’abbiamo visitata in una giornata contornata da uno stupendo sole.
L’interno della basilica è molto decorato ed in stile barocco.

In questo caso non possiamo definirlo Instagrammabile ma comunque fa bene agli occhi (meno al portafoglio) ed è L’OUTLET VILLAGE a Settimo Torinese (prima tappa), in prossimità del casello autostradale che prende lo stesso nome del comune.
Quante offerte e quante cose belle! quindi la vacanza inizia con l’acquisto di un paio di scarpe.

Torino
Stadio Allianz,Juventus

Un contributo per questo articolo è dato da Marco, il mio compagno di viaggi e di tutto e non potevo rifiutare la sua volontà di andare al museo della Juventus nello stadio Allianz; da abbastanza appassionata di calcio nel quale mi definisco e senza avere una fede in particolare, resto comunque dell’idea che merita una visita e personalmente mi ha dato carica solamente a leggere le citazioni di coloro che ce l’hanno fatta.
Infine, per quanto riguarda la questione ingresso, abbiamo scelto il tour con guida + museo; il biglietto ha un costo di 25 euro ma basta essere possessori di Carta Freccia per un avere un ingresso su 2 gratuito.

Inoltre, per quanto riguarda l’hotel abbiamo alloggiato presso il B&B HOTEL in zona Mirafiori, e si raggiunge il centro in circa 2 minuti di auto.
Ci siamo trovati molto bene e quindi ve lo consiglio, inoltre la colazione è ottima ed abbondante.

Che ne dite? Torino vi ha incuriositi?!

WORK IN PROGRESS,CIAO 2019

Continuate a seguirmi su Instagram e nei prossimi articoli in quanto capirete cosa è successo in questi giorni silenziosi. (work in Progress)

Col racconto di Torino, si chiude il 2019 che è stato un anno particolare, di transizione, stravolgimenti, di nuove persone in arrivo nella mia vita che me l’hanno resa migliore e di altre che se ne sono andate perché cosi doveva andare e del mio nuovo mantra ovvero che la vita è UNA SOLA e tutto cambia in fretta e quindi perché fare quello che non ci sentiamo di fare mettendo d’accordo cuore e cervello?! io ho scelto di fare solamente quello che mi va di fare.

BUON CAPODANNO ED INIZIO 2020!!

Ps. nel mio post di oggi su Instagram troverete un ottimo consiglio per il Make Up per la serata.

Facebook Comments